Home » Itinerari » Volo dell’Angelo: come funziona, prezzi e quando andare

Volo dell’Angelo: come funziona, prezzi e quando andare

Nel bel mezzo dell’austero e coinvolgente scenario delle Dolomiti Lucane, sorvolando la vallata compresa tra le vette che ospitano i borghi di Castelmezzano e di Pietrapertosa, il Volo dell’Angelo è una delle esperienze più indimenticabili che la Basilicata può offrire.

Volare come gli angeli fra le Dolomiti Lucane

Frutto di una intuizione geniale da parte di quanti hanno voluto offrire un modo diverso ai turisti per conoscere ed innamorarsi delle bellezze del territorio lucano, il Volo dell’Angelo non è soltanto uno svago al quale potersi dedicare, ma una vera e propria esperienza, a partire dall’arrivo nei borghi di Castelmezzano e Pietrapertosa, che stupiranno i viaggiatori per le loro atmosfere silenziose e uniche, fino alla risalita in vetta per raggiungere la stazione di lancio, attraverso un percorso mozzafiato che permette di ammirare la natura e il paesaggio prorompenti di questo angolo di Basilicata.

Il Volo dell’Angelo è una vera e propria avventura, che oltre a divertire la mente permette di mettere in contatto lo spirito con la vera anima di questo territorio mitico.

Gli “angeli”, legati in tutta sicurezza all’imbracatura e agganciati ad un robusto cavo d’acciaio, si lanceranno nel vuoto, sorvolando la vallata per qualche minuto e provando l’ebbrezza unica del volo. Ma, come dicevamo, è anche tutto il contorno a rappresentare un fattore che trasforma una esperienza di divertimento in un ricordo indelebile.

Volo dell’Angelo: come funziona

Questa esperienza non è altro che un volo di andata e ritorno (dunque, più che di volo dovrebbe parlarsi di Voli dell’Angelo), partendo da una delle due stazioni dedicate al momento della prenotazione o dell’acquisto del biglietto.

In sostanza, si potrà scegliere se lanciarsi dal versante di Pietrapertosa o da quello di Castelmezzano. Peraltro, i due voli possono essere prenotati anche in orari differenti (a seconda delle disponibilità e, soprattutto, dell’anticipo rispetto alle altre prenotazioni): in questo modo sarebbe possibile attendere qualche ora fra il volo di andata e quello di ritorno e approfittarne per visitare anche il versante opposto della vallata.

Una volta scelta la stazione di partenza, sarà necessario arrivare prima all’ufficio preposto e qui attendere il proprio turno per convalidare il biglietto ed eseguire la misurazione del peso, nonché per ottenere eventuali ulteriori spiegazioni.

Da qui si procederà in salita per raggiungere, attraverso un sentiero molto bello e che permetterà di ammirare dall’alto i borghi e la vallata intera, la stazione di partenza. Una volta qui, prese le imbracature e il giubbotto, verrete agganciati e, una volta giunto il vostro turno, lanciati dall’altra parte.

Arrivati nella stazione di arrivo, potrete scegliere: se il volo di ritorno è a breve, una navetta vi condurrà alla stazione; altrimenti, potrete decidere di proseguire a piedi, magari esplorando anche l’altro borgo.

In definitiva, il Volo dell’Angelo può essere provato in due differenti linee, con un dislivello pari rispettivamente a 118 e 130 metri tra la stazione di partenza e quella di arrivo. La linea di San Martino congiunge Pietrapertosa (la stazione si trova a 1.020 metri di altezza) a Castelmezzano (a quota 859 metri), percorrendo circa un chilometro e mezzo sospesi nel vuoto a mille metri d’altezza e arrivando ad una velocità massima di 110 km/h. La seconda linea (detta Peschiere), invece, è quella che parte da Castelmezzano (1.019 metri) e arriva a Pietrapertosa (888 metri).

L’esperienza del Volo dell’Angelo può essere vissuta in singola, oppure può essere condivisa con un’altra persona, scegliendo la formula del volo di coppia.

Leggi anche: https://www.basilicatanelcuore.it/itinerari/dolomiti-lucane/

Calendario Volo dell’Angelo

Gli impianti del Volo dell’Angelo sono aperti da maggio a novembre. Per il 2020 si prevede un calendario con apertura il 1° maggio e chiusura l’8 novembre, con giorni che variano a seconda della stagionalità. In particolare:

  • a maggio, l’impianto è aperto tutte le domeniche, nonché i giorni del 1 e 2 maggio, anche se le attività durante questo mese possono subire modifiche a causa delle necessarie autorizzazioni provenienti dall’Ente Parco (impegnato in rilevazioni ornitologiche di carattere scientifico);
  • a giugno, le stazioni sono aperte il 1 e 2 giugno, oltre che tutti i giorni di sabato e di domenica;
  • a luglio l’apertura continua solo il sabato e la domenica fino al 18, mentre da questo giorno in poi l’impianto è aperto tutti i giorni, tranne il mercoledì;
  • ad agosto, invece, l’impianto è aperto tutti i giorni;
  • a settembre, il Volo dell’Angelo è disponibile tutti i giorni dal 1 al 13 settembre (eccetto il mercoledì), per poi tornare all’apertura nei soli giorni di sabato e domenica;
  • ad ottobre, le stazioni sono aperte i giorni 3, 4, 11, 17, 18, 25, 31;
  • a novembre, l’impianto sarà aperto soltanto nel giorno di Ognissanti e l’8 novembre.

In tutti i giorni di apertura viene osservato il seguente orario: dalle ore 9:30 alle ore 18:30, con ultima partenza circa mezz’ora prima dell’orario di chiusura delle stazioni.

Prezzi e condizioni

Il biglietto per il Volo dell’Angelo può essere acquistato facilmente online attraverso numerosi canali di pagamento, oppure ricorrendo ad aziende o enti convenzionati con l’organizzazione. Se si acquistano in un’unica transazione 6 biglietti per volo utilizzando una carta di credito online, si può accedere alla promozione che sconta gratuitamente il sesto biglietto (“compri 6, paghi 5”).

Quanto ai prezzi, occorre distinguere a seconda che si tratti di volo singolo o di volo in coppia:

  • per il volo singolo, questo costa 35 euro per i voli dal lunedì al venerdì nei giorni di luglio e settembre, mentre il sabato, la domenica, i festivi e in tutte le altre date di maggio, giugno, agosto, ottobre e novembre il costo sale a 42 euro;
  • per il volo di coppia, invece, si va – negli stessi periodi visti per il volo singolo – da 63 euro a 75 euro.

Per ragioni di sicurezza e per evitare il ben che minimo rischio, l’organizzazione pone alcune condizioni precise per poter effettuare il Volo dell’Angelo. In particolare, si richiede:

  • per il volo singolo, un’età minima di 16 anni ed un peso corporeo compreso tra i 35 e i 120 kg;
  • per i voli di coppia, il peso complessivo delle due persone non può superare i 150 kg, mentre non vi può essere una differenza di peso tra i due superiore ai 40 kg;
  • i bambini che volano in coppia con un genitore o altro adulto possono avere non meno di 12 anni compiuti.

Infine, il regolamento del Volo dell’Angelo richiede di utilizzare un abbigliamento comodo durante il volo, oltre a consigliare l’impiego degli occhiali o di una maschera per evitare danni causati dal forte vento in accelerazione e scarpe chiuse per evitare il rischio di perderle.

Quanto alle donne, si invita all’utilizzo dei pantaloni e, in luogo delle canotte estive, all’utilizzo di una T-shirt. Per il trasporto di piccoli oggetti è consentito l’uso durante il volo di marsupi e zainetti di piccole dimensioni, mentre è vietato l’impiego di telecamere, go-pro e altri sistemi elettronici. Per poter filmare la propria esperienza è possibile noleggiare i dispositivi necessari presso la biglietteria, come pure farsi fotografare all’arrivo in una o entrambe le stazioni: si potranno richiedere i video e le foto al termine del percorso.

I dati e le informazioni tecniche sono soggetti ad eventuali modifiche. Non ci riteniamo responsabili in caso di cambiamenti. La nostra è solo un guida per chi vuole approcciarsi a questa avventura.

Pagina ufficiale: https://www.volodellangelo.com/

Potrebbero Interessarti:

Send this to a friend