Home » Territori » Baragiano (Basilicata)

Baragiano (Basilicata)

banner

Cosa vedere a Baragiano

Il comune di Baragiano si trova in Basilicata, più precisamente in provincia di Potenza e fa parte della Comunità montana Marmo Platano. Il borgo sorge a 625 m sul livello del mare ed è circondato da un paesaggio lussureggiante di boschi, faggeti, abeti e un fitto sottobosco.

Sulla collina si trova il centro storico da cui ammirare l’incantevole panorama sottostante, mentre a valle, cioè nella fertile vallata del fiume Platano, si sono sviluppate le attività produttive (Baragiano Scalo).

Molto interessante è l’area archeologica che attesta i primi insediamenti risalenti all’età preistorica: l’Archeoparco del Basileus, un parco archeologico situato in località Toppo Sant’Antonio sede di molti e importanti ritrovamenti tra cui la tomba di Basileus, re dei Peuketiantes, del VI secolo a.C.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @basilicatainfoto

Baragiano: Storia e origine del nome

Le origini del toponimo sono riscontrabili nei numerosi reperti archeologici e dai resi delle antiche mura, databili VI-V secolo a.C. Si pensa che il nome “Baragiano” derivi da “Ara Jani”, cioè l’era di Giano, un tempio scoperto recentemente proprio nei dintorni, e successivamente divenuto “Barajanum” e poi Baragiano.

Secondo un’altra teoria deriverebbe da “barragium”, che in Latino indicava una stazione di pagamento dei pedaggi.

La storia di Baragiano si sviluppa nel Medioevo. Sembra infatti che nel 1124 appartenesse al principe longobardo Landolfo, prima di diventare feudo di Riccardo di Santa Sofia. Successivamente Baragiano è passata a diverse famiglie, come i De Sangri, gli Alagno, i De Frisco, i Rendone, gli Arcella o diversi rami dei Caracciolo.

Nel Risorgimento gli abitanti si batterono coraggiosamente per la Repubblica Partenopea e per l’Unità d’Italia al fianco di Garibaldi.

Cosa visitare a Baragiano: i luoghi di interesse artistico

Molti sono i luoghi di interesse storico, artistico e culturale da visitare a Baragiano.

Chiesa dell’Annunziata

Costruita nel XV secolo, custodisce un altare maggiore e uno policromo, una scultura di cartapesta che rappresenta l’Annunciazione e un trittico barocco.

Cappella di San Rocco

Edificata nel XVI secolo, è dedicata al santo protettore del paese. Al suo interno vi sono diversi dettagli neoclassici e le statue di San Vito, San Rocco e Santa Lucia.

Chiesa della Concezione

Si trova nella parte più bassa del paese, in una zona di notevole interesse archeologico. Attualmente non è aperta al pubblico, ma nei dintorni vi sono diverse terrazze panoramiche da cui godere i suggestivi scenari dei dintorni.

Chiesa Beata Vergine del Carmine

Questa chiesa di Baragiano Scalo ha un aspetto molto sobrio. Ha una facciata lineare decorata da un rosone composto da una vetrata multicolore a forma di colomba, simbolo dello Spirito Santo. Sul portale principale è presente una maiolica che rappresenta la Madonna.

Da ammirare all’interno le bellissime statue, il crocifisso, le vetrate e il soffitto decorato.

Chiesa Madre dell’Assunta

Questa piccola chiesa era anticamente in stile rinascimentale ed è stata ristrutturata nel 2003 portando alla luce la sua antica bellezza.

Archeoparco del Basileus

Quest’area archeologica situata in località Toppo Sant’Antonio offre uno spaccato della Basilicata dal VI al IV secolo a.C. e offre numerosi reperti di notevole interesse storico e culturale come la tomba del Basileus, un re dei Peuketiantes che qui circa 2500 anni fa fu sepolto con le armi (elmo, scudo, spada e punta di lancia) e i simboli del potere.

Le visite guidate sono proposte in chiave ludica con allestimenti scenografici, musiche e giochi vari per far scoprire l’archeologia lucana in modo divertente.

In particolare per i ragazzi sono stati creati l’Archeolab, l’Archeotour e l’Archeogame con sale multimediali, giochi e guide turistiche virtuali.

Il Castello

Situato nella parte alta del paese, ha ospitato le varie famiglie che si sono succedute a Baragiano.

È molto interessante ammirare le lettere dell’alfabeto greco incise sui massi di pietra che compongono il castello, provenienti dalle antiche mura di cinta.

Da visitare a Baragiano anche i palazzi gentilizi, tra cui il Palazzo Iuta e il Palazzo Venetucci.

Cosa mangiare a Baragiano

Baragiano vanta una tradizione culinaria lucana tutta da scoprire, per esempio:

  • I formaggi, tra cui caciocavallo e pecorino;
  • Gli insaccati tra cui il “pezzente” (una varietà di salsiccia);
  • Il mosto cotto;
  • Cardi con le uova;
  • Insalata di lampascioni;
  • Pecora nel coccio.

Vi aspettiamo a Baragiano per farvi trascorrere una vacanza in Basilicata decisamente memorabile!

Potrebbero Interessarti:

Send this to a friend